Dopo un lungo anno di scarsa mobilità, smartworking e troppo tempo passato in casa, chissà quanti di voi hanno sofferto di mal di schiena. E più vi faceva male e più stavate fermi.

Innanzitutto per combattere i dolori di lombari e di tutte quelle zone che soffrono per la lunga inattività, il trucco ovviamente è RIMANERE ATTIVI!
Stare seduti in una posizione per lunghi periodi di tempo può aumentare la tensione, il dolore, il disagio e l’accumulo di acido lattico nel corpo.

Detto questo, è molto importante muoversi almeno per minuti ogni ora(nell’articolo precedente spiegavo anche che piccoli esercizi fare in ufficio ogni 20 min per non “incriccarci”).

La postura è importante!
Il modo in cui la maggior parte delle persone si siede (spalle arrotondate, spalle sollevate, testa bassa) porta il corpo fuori dall’allineamento posturale, il che può creare compensazioni che possono portare a disagio e dolore.

Ricordati di sederti con le spalle indietro, la testa rivolta in avanti, mantenere attivo il core e sederti dritto.

Aiutati anche con massaggi, foam rollers, agopuntura, chiropratici, bagni con i sali e stretching possono ridurre notevolmente il mal di schiena.

Sii consapevole dei movimenti durante e al di fuori dell’esercizio
È importante essere consapevoli anche dei nostri movimenti quotidiani. Ad esempio, la maggior parte delle persone non pratica la corretta meccanica di sollevamento.La maggior parte delle persone si china per raccogliere qualcosa.

Se hai bisogno di raccogliere qualcosa dal pavimento, è importante sollevare con le gambe, non con la schiena.

La colonna vertebrale è più fragile di quanto pensiamo. Il più piccolo movimento potrebbe contrarre i muscoli. Ecco perché dobbiamo muoverci in modo consapevole e proattivo.

Quando ti alleni, non sollevare più peso di quanto sia sicuro per te farlo.

Conoscere se stessi è fondamentale quando si tratta di salute e benessere. Non possiamo ignorare le nostre difficoltà o i limiti. Capire come gestirli in modo sano è il miglior piano d’azione per la salute/benessere a lungo termine.

Infine, tieni presente che i limiti cambiano nel tempo. Tu a 30 anni avrai limitazioni diverse rispetto a te a 60.

I percorsi di fitness sono fluidi e richiedono introspezione e attenzione costanti per continuare a progredire/raggiungere i tuoi obiettivi.

Il dolore non è da ignorare. Ignorarlo può solo peggiorare le cose a lungo termine.

Ilaria Cellura

Owner of myOM Mallorca
MYW ® Creator
YogArmonY ® Creator
AntiGravity®Fitness e Yoga instructor
Pilates trainer
RYT200 Yoga
Diplomata in Medicina tradizionale Cinese
Naturopata

Sito ufficiale: Flyhigh-ag.com
Sito myofascial Yoga Wheel: www.myofascial-yogawheel.com
sito centro retreat: www.myom-mallorca.com
Instagram: @flyhighAG
Facebook: FlyHighAG

View all posts