Coloro che praticano yoga e che hanno studiato vi spiegheranno che in realtà lo Yoga è uno e uno solo. Però chi si è occupato di comunicazione come me vi spiegherà quanto la frammentazione sia alla base di qualsiasi concetto di marketing. Quindi diciamo che c’è lo Yoga(in particolare per indicare lo yoga fisico ci si riferisce all’Hata Yoga) e poi c’è quello che io chiamo lo Yoga pop, che sono le variazioni tematiche dello yoga per andare incontro a chi vuole trattare lo yoga come uno SPORT(ma ripetetelo 10000 volte per ricordarlo LO YOGA NON E’ UNO SPORT!) o per chi cerca qualcosa di mirato che si avvicini di più al suo modo di essere.
Per qualsiasi motivo facciate yoga quindi, è un bene, vi fa bene e vi porta a stare bene. E anche se non lo fate con le giuste intenzioni, quelle arriveranno perchè con lo yoga è cosi. Inizi con un vabbè proviamo e finisci per imparare a memoria i mantra dell’Ashtanga.
Prima di dirvi QUALE yoga voglio dirvi che la domanda fondamentale è il CHI. Quindi prima di infilarvi in un corso a caso e iscrivervi per un anno, fate una lezione di prova perchè nello yoga, più che in qualsiasi altra attività è fondamentale l’insegnante. Lo yoga crea un rapporto maestro-discepolo e se il maestro è cattivo il discepolo non potrà raggiungere grandi obiettivi.
Analizzate la lezione con logica e cercate di non farvi entusiasmare dalle capacità atletiche del docente. Il fatto che lui alla prima lezione si porti in Shirsasana (verticale sulla testa) e cerchi di portare anche voi non indica OMMIODDIOQUANTOE’FIGO ma più che altro indica che è un insegnante da cui scappare perchè prima o poi vi farete male. Quindi trattenete l’entusiasmo e cercate di fare le cose con calma, con metodo e disciplina, come richiede lo yoga.
Ora arriviamo al punto. Quale yoga.

SUDARE E FATICARE E’ IL TUO MUST

Puoi scegliere tra Hata, Ashtanga o Vinyasa. L’Hata yoga fa parte dello Yoga tantrico,è il termine generico per indicare lo yoga fisico dall’hata nascono tutti gli altri tipi di yoga.L‘ashtanga é uno yoga molto rigoroso che implica una sequenza prefissata di asana, è veloce e i movimenti sono controllati dalla respirazione. Il vinyasa è una sequenza variabile di asana e in realtà indica un termine generico per l’associazione tra respiro e movimento.

WHEN THE GOING GETS TOUGH…

Se le versioni precedentemente elencate non sono abbastanza per le vostre potenzialità(e cmq già praticate yoga da qualche tempo e siete certi che la vostra muscolatura è in grado di sopportare notevoli sforzi fisici) ecco a voi la scelta: Power yoga o Rocket Yoga. Sono una evoluzione dell’ashtanga di recente generazione e sono comoposte da delle serie particolarmente impegnative create appositamente per generare calore ed energia. Spiegateglielo ai miscredenti in Eka Hasta Vrksasana che lo yoga non è uno “sport per anziani”!!!

A QUALCUNO PIACE CALDO…

E allora ti piacerà grondare praticando Bikram o Barkan yoga. Queste tipologie di yoga si praticano in sale molto calde(fino a 40 gradi) e con una umidità controllata(circa 40%) per permettere ai muscoli caldi di raggiungere un grado di distensione maggiore. La differenza tra le due consta del numero di asana utilizzate e dalla loro sequenza.

ALLINEAMENTO

Se ti piace capire il perchè delle cose e cerchi uno yoga fondato su una profonda conoscenza dell’allineamento del corpo esteriore con quello interiore, che alterni i momenti di pratica a quelli di spiegazione, allora sicuro faranno per te Anusara e Yiengar. Sono due tipi di yoga terapeutici che lavorano sia sulla parte fisica che psicologica per metterle in allineamento.
Lo yoga Yiengar utilizza anche degli strumenti per la pratica come blocchi, corde, sedie e cinture. La pratica dello Yiengar è particolarmente accessibili a persone di tutte le età

MAL DI SCHIENA E QUALCHE ACCIACCO?

Restorative e Viniyoga sono sinonimo di yoga terapeutico! Questi tipi di yoga sono particolarmente indicati per chi soffre di mal di schiena. Puntano principalemente su allungamenti e stretching per alleviare i dolori e riportare il corpo in condizioni di benessere. Sono pratiche molto personali, poichè partono dal principio che devono adattarsi alla persona.

VUOI ESERCITARE  LA TUA SPIRITUALITA’ INSIEME AL TUO FISICO

Parto dal piu “dinamico” di questi stili, che si contrappongono drasticamente a quelli precedentemente spiegati nelle prime due sezioni. La pratica dello yin yoga si concentra sui tessuti connettivi, cioè tessuti più profondi e rigidi come fascia, legamenti, tendini, articolazioni ed ossa. Il suo stile é moooooolto lento e si concentra principalemente sulla respirazione e l’allungamento  con posizioni passive e statiche che si trattengono tra 3 e 5 minuti.
Il Kundalini yoga é quello che stai cercando se la vostra attenzione è spostata molto più sui benefici della mente che del corpo.Il Kundalini yoga utilizza tecniche di rilassamento e di meditazione accompagnate dalla recitazione di mantra.
Se invece proprio della parte fisica non ve ne frega niente vi consiglio il Raja Yoga.

PEACE, LOVE AND COOL

Neanche a dirlo sono gli yoga di “ultima generazione”. Sono inni alla pace e all’amore e spingono verso la non violenza… sembra fatto per me(…ironic mode on…)!
Jivamukti yoga nato negli anni 80 ha conquistato star come Madonna e Uma Thurman e usa come precetti la non violenza, studio delle antiche scritture, potere del suono, devozione e meditazione. Simili sono quelli dello Sivananda Yoga: servire, amare, dare, purificare, meditare e a realizzare. Per aggiungere questi obiettivi si segue un percorso che coinvolge ogni livello dell’esperienza umana: l’intelletto, il cuore, il corpo e la mente.

SEI UN ALTERNATIVO ANTICONFORMISTA

Eccoci qua ai miei preferiti. I tipi di yoga “unconventional”. AntiGravity Yoga, AcroYoga e Sup Yoga. Molto praticata la tecnica di AntiGravity, permette di lavorare in modo efficace senza caricare sulle articolazioni. Il Sup Yoga è la versione anfibia dello Yoga. Si pratica su un sup(Stand up paddle), una tavola che galleggia in acqua, e sopra le quali si possono raggiungere le asana flottando sulle onde(sconsigliato vivamente a chi soffre di chinetosi). Il sup svilupperà grandi doti di equilibrio, perchè vi posso assicurare che pagaiare in piedi sopra una tavola ondeggiante non è così facile come lo fanno sembrare gli hawaiani!
L’acroyoga è un bel modo per condividere una pratica privata come lo yoga con un partner con cui si instaura un rapporto di fiducia, equilibrio e complicità. Le asana e i flow saranno dei movimenti sinergici e fluidi. Divertente e spettacolare.

Un altro paio di info.
Le pratiche di solito durano circa in media un’ora e mezza.
Quando vi troverete al finale in Savasana cercate di non addormentarvi, spazientirvi o alzarvi. E’ un momento di profonda meditazione importante come  il resto della pratica.
Non cercate di raggiungere posizioni che non sono ancora alla vostra portata dalla prima lezione.
Se non riuscite ad andare a un corso tutti i giorni, praticate cmq anche mezz’ora a casa, allenando il respiro.

Ok direi che ora avete tutte le carte in mano per scegliere la vostra via! Provate e vedrete quanto ve ne innamorerete.

Ilaria Cellura

MYW ® Creator
YogArmonY ® Creator
AntiGravity®Fitness e Yoga instructor
Pilates trainer
RYT200 Yoga
Diplomata in Medicina tradizionale Cinese
Naturopata

«Ho conseguito una certificazione da istruttore di Aerobica nel 1998 e ho insegnato 8 anni in molte palestre di Monza e hinterland. Per poter avere delle basi migliori su anatomia e biomeccanica umana, ho conseguito una certificazione di istruttore di Pilates e ginnastica posturale nel 2015. Nel 2005 mi certifico come istruttore AntiGravity® Fitness e Yoga in praticamente tutte le varianti.
Dopo aver collaborato per anni con studi yoga (nel 2017 ho ottenuto la certificazione di istruttore 200h r con Yoga Alliance) e centri di ginnastica posturale, anche presso Virgin® e Hard Candy, nel 2018 ho aperto una associazione sportiva in collaborazione con la collega e amica Manuela Badessi, nel centro di Palma di Mallorca: Fly High Mallorca.
Dal 2018 mi sono specializzata nell'uso della Yoga Wheel sviluppando un programma basato sul lavoro della miofascia. Il programma MYW (Myofascial Yoga Wheel) è una vera innovazione nell'uso della ruota yoga e nel miglioramento della posturalità. Nel 2020 metto a punto una tecnica ibrida tra yoga e danza: YogArmony: a breve inizieranno workshop e corsi in tutta italia».

Sito ufficiale: Flyhigh-ag.com
Sito myofascial Yoga Wheel: www.myofascial-yogawheel.com
Instagram: @flyhighAG
Facebook: FlyHighAG

View all posts