Ed eccoti qui, arrivato al punto in cui si comincia a fare sul serio.  

Il tuo allenamento si sta strutturando, il tuo corpo ha iniziato a prendere forma e la mattina indugi un pochino di più davanti allo specchio in contemplazione della tua figura in quei jeans che non ti entravano più. Ottimo! 

Allora anche il tuo angolo fitness comincia a reclamare più spazio. Vediamo quindi come ampliare la gamma di strumenti a tua disposizione per fare ulteriori progressi.  

Noi di Fisiostore ti consigliamo 5 elementi che ti permetteranno di integrare nel tuo piano di allenamento nuovi esercizi o versioni più complesse di quelli che esegui già. Ti suggeriamo anche delle valide (?) alternative: 

  • Ring band  

Abbiamo iniziato inserendo nel kit base gli elastici pretagliati, ovvero delle fettuccine molto molto spesse che però no, purtroppo per tutti noi non vanno condite col sugo ma impiegate per farci un mazzo tanto. 

Ora, va detto che molti scelgono di non comprare gli elastici anulari e continuare ad utilizzare i pretagliati facendo degli enormi nodi marinari per ricreare la forma dell’anello. 

Potete farlo anche voi ma non capiamo il motivo di eseguire gli squat con le cosce infiocchettate come un cesto natalizio.  

  • Polsiere/Cavigliere  

Potete attaccare a polsi e caviglie i vostri infanti come fossero koala sfruttando il loro peso e non comprare né polsiere né cavigliere. Oppure potete investire qualche euro ed evitare di farvi portare via la prole dai servizi sociali. 

  • Slide, coppia di dischi 

Non comprateli, continuate pure a bucare i calzini. 

  • Abs wheel  

Quando si dice che la ruota è la più grande scoperta dell’Uomo, non si dice una bugia. Questa particolare ruota non ci conduce materialmente da nessuna parte ma metaforicamente molto lontano: ci conduce a quella famosa tartaruga che da anni è ben nascosta sotto la pancia e probabilmente impegnata a deporre uova.  

Anche qui: ogni ruota è potenzialmente un buon sostituto ma alla vostra automobile servono tutt’e quattro. 

(Esercizio top da eseguire con la ruota—> “ROLL OUT” e pure stavolta no, non si tratta di gastronomia, dimenticate la tecnica di arrotolamento del sushi e iniziate a sudare). 

  • Kettlebell  

Uno degli attrezzi più fighi degli ultimi tempi, ha invaso le palestre e conquistato tutti i fit-influencer, è lo strumento numero uno per l’allenamento dei glutei, indispensabile negli allenamenti funzionali, un piccolo attrezzo con fenomenali poteri cosmici (cit. da “Aladdin”) che aumenta la forza e la coordinazione, disponibile da 14-18-24 kg, necessario, indispensabile. 

In alternativa potete usare un’elegantissima tanica di plastica riempita di H2O. 

Tutto chiaro? 

Se la risposta è no, dicci tutto nei commenti! Intanto se vuoi dare uno sguardo al tuo passo successivo, visualizza anche l’articolo sul kit avanzato. 

A presto e buona fatica 🙂 

Sara Bruno

View all posts